News

  • Tutto
  • Attualità
  • Dirette Facebook
  • Il Mio Lavoro alla Camera
  • Interventi in Aula
  • Interviste
  • Mozioni e Interrogazioni
  • Politica
  • Proposte di Legge
  • Question Time
  • Video

INTERVISTA AL CORRIERE: Ora Conte vada a dimettersi. Non entreremo mai in un governo così.

ROMA «Se fossi in Conte io andrei subito da Mattarella per dimettermi». Maurizio Lupi, leader di Noi per l’Italia, componente moderata del centrodestra, non ha dubbi. Lo farebbe perché non c’è la maggioranza assoluta? «Ci sono stati altri governi che sono sopravvissuti anche senza maggioranza assoluta. Lo facemmo anche noi col governo Berlusconi nel 2010, ma fu un errore perché cadde nel 2011 per la sua debolezza politica. È il motivo per cui andare avanti come nulla fosse sarebbe un enorme errore». Conte ha chiesto l’aiuto di riformisti, liberali, popolari. Non…

NO ALLA FIDUCIA A QUESTO GOVERNO

Non so nell’ultimo anno in che Italia abbia vissuto il presidente Conte, ma so che oggi è venuto in aula a dirci che “tutto va bene madama la marchesa”, come in quella famosa canzone francese in cui il maggiordomo rassicurava la signora mentre il castello bruciava. So che un anno fa andava rassicurante in tv dicendo “Siamo prontissimi!”, ma che poi abbiamo scoperto che non avevano neanche un piano pandemico; So che hanno chiuso le scuole a marzo e che solo adesso si sono accorti che a rischio è il…

NOI CON L’ITALIA E CENTRODESTRA

Abbiamo bisogno di un Governo autorevole, unito e non di una maggioranza raccogliticcia. Gli italiani dicono chiaramente centrodestra.

CONTE E DIMISSIONI

Non si può tollerare che si faccia finta di niente. Conte o si dimette dal Presidente della Repubblica o viene in Parlamento subito per vedere se ha ancora una maggioranza. Il Parlamento è l’unico luogo che legittima i governi perché rappresenta la volontà popolare. Non si può più perdere tempo, lo dobbiamo a famiglie e imprese. IL MIO VIDEO SU FB

COVID E IL NUOVO VIRUS DELLA RASSEGNAZIONE

Oltre al dannato Covid, oggi c’è un altro virus che si sta insinuando tra le persone: la rassegnazione. La rassegnazione delle scuole, degli studenti, dei commercianti, delle persone. Il mio intervento in aula in risposta al Ministro Speranza. IL MIO VIDEO SU FB

GOVERNO AL CAPOLINEA

L’agonia del Governo rischia di mandare ancora più a fondo imprese e famiglie, che da sole stanno eroicamente resistendo alla drammatica crisi del Covid. L’unico vero atto di responsabilità, data l’evidente incapacità di guidare il Paese, sarebbero le dimissioni immediate del presidente Conte. Paralisi e pressapochismo non sono più accettabili. Il MIO VIDEO SU FACEBOOK

CONGRESSO USA, CAMPANELLO DI ALLARME

Quanto successo a Washington è gravissimo nella fattualità, un assalto al Congresso e quattro morti, ed è un campanello d’allarme per tutte le democrazie occidentali. La pura forma non ci salverà. Non c’è democrazia senza responsabilità, senza l’ossequio a valori che precedono il formarsi di una maggioranza e le sue decisioni. Tra questi il rifiuto categorico della violenza non solo quando essa si scatena ma anche nelle parole che la scatenano. Trump, che – va ricordato – è stato votato da 74 milioni di americani, non può farsi forte solo…

MATTARELLA RICHIAMA OGNI FORZA POLITICA

Ancora una volta il Presidente Mattarella, cui va il nostro grazie, si pone come perno di unità del nostro paese e lancia un forte richiamo ad ogni forza politica, richiamandoci alle nostre responsabilità. Non sono ammesse distrazioni. Non si deve perdere tempo. Non vanno sprecate, energie, e opportunità, per inseguire illusori vantaggi di parte. È questo quel che i cittadini si attendono, è questo che il Presidente Mattarella ha voluto sottolineare.

SPERANZA E OTTIMISMO, AUGURI 2021

La speranza è diversa dall’ottimismo: la speranza non è la certezza che le cose andranno sicuramente bene. La speranza è la certezza che quello che stiamo facendo ha un significato. Auguri di cuore affinché il 2021 possa essere migliore del 2020. IL MIO VIDEO DI AUGURI SU FACEBOOK

IL COVID E’ Il QUINTO PARTITO DEL GOVERNO

In questi mesi ho maturato una convinzione: la maggioranza che sostiene il governo non è fatta di quattro partiti (Pd, M5s, Iv e Leu) ma di cinque. Il quinto partito si chiama Covid. Non ho ancora ben capito però se sia lui che lavora per loro o se siano loro a lavorare per lui. In ogni caso è l’unico motivo, l’unico collante che li tiene ancora insieme e in piedi. E mentre continuano a spostare in là la soglia dell’emergenza in un’alternanza di annunci e di allarmi, oggi è stata…

NIGERIA, NATALE DI SANGUE

Ancora sangue a Natale, sangue di martiri cristiani, la cui unica colpa è la loro fede. Questo accade nel 2020 nell’indifferenza della comunità internazionale! Non possiamo restare in silenzio.

NOI CON L’ITALIA E LEGGE DI BILANCIO

Dopo una settimana di battaglia in commissione, vi racconto il contributo dell’opposizione e di Noi con l’Italia alla prossima Legge Di Bilancio: Detrazione in 15 anni (e non più in 6) dei prestiti sottoscritti dalle piccole imprese, con la garanzia dello Stato al 100%; Anno Bianco per autonomi e partite IVA; Cassa Integrazione per autonomi e partite IVA; Nuovi fondi alle scuole paritarie per gli insegnanti di sostegno dei ragazzi disabili; Risarcimento da parte dello Stato delle Spese Legali per gli imputati innocenti in primo grado assolti con formula piena;…

IL VIRUS NON ESISTE PER LE ELEZIONI

Non capisco: il virus c’è per le scuole ma sparisce in caso di elezioni anticipate? Non ho nulla contro l’ipotesi di risolvere una crisi di governo con il voto degli italiani, ho solo una domanda da fare a chi da giorni da un lato minaccia le elezioni anticipate e dall’altro blocca in casa le famiglie, non fa frequentare la scuola agli studenti, chiude ristoranti e negozi, non permette spostamenti. La pandemia c’è o non c’è? A febbraio, ipotetica data delle elezioni in caso di crisi, ci dobbiamo aspettare i 40mila…

MAGGIORANZA LITIGA SUL RIMPASTO, NOI INVECE ABBIAMO LE PROPOSTE

Maggioranza litiga per rimpasto, noi abbiamo proposte per P.Iva, scuole e imprese. Di fronte allo spettacolo desolante di una maggioranza che litiga sul rimpasto, noi chiediamo al governo di pronunciarsi sulle nostre proposte: aiutare P.Iva, allungare restituzione prestiti alle imprese, aiutare scuole, in particolare le paritarie.

AUMENTANO I POVERI, IL GOVERNO NON SI PREOCCUPA

C’è qualcosa di schizofrenico in chi ci governa. Prima ci spiegano che l’assegnazione del colore di una regione dipende da ben 21 criteri “scientifici”, poi, dopo che quasi tutte le regioni sono entrate in zona gialla perché, seppur lentamente, i contagi e i ricoveri calano, lanciano l’allarme in base ad alcune foto delle vie dei centri di alcune grandi città affollate per lo shopping natalizio: a Natale si chiude tutto. Da quando le foto sono un indicatore scientifico? E se quella gente per strada ha la mascherina perché accusarla? E…

CENTRODESTRA, UNITI SUI FATTI

Il centrodestra non è unito nelle intenzioni ma nei fatti: dall’inizio della pandemia abbiamo sempre lavorato insieme, votato scostamenti di bilancio, proposto emendamenti migliorativi a tutti gli atti del Governo giallo-rosso. Non si tratta di fare opposizione sui social, si tratta di essere responsabili e di avere a cuore il futuro degli Italiani. Sarà così anche in questa Manovra. Lavoreremo per meno assistenzialismo e statalismo e più scuola pubblica (statale e paritaria), più famiglia, più trasporti adeguati alla pandemia che stiamo vivendo e tante altre cose che vi presenteremo nei…

MAGGIORANZA LITIGIOSA, OPPOSIZIONI UNITE

Mentre la maggioranza continua a litigare (strano vero?) il centrodestra unito presenta le proprie proposte concrete per rilanciare l’Italia. Il MIO VIDEO SU FACEBOOK

MES, BISOGNA RIFORMARLO

Perché se vediamo dei limiti dobbiamo votare sì alla riforma del MES? Perché non metterci in gioco come Paese fondatore per riformare uno strumento tecnocratico che è stato costruito su logiche vecchie, oggi che il mondo è radicalmente cambiato? Il Mes salva-stati va radicalmente riformato, ma quella che ci propongono è una riforma che ci mette in mano a una tecnocrazia che può decidere che cosa fare del nostro debito pubblico. Piuttosto usiamo i 37 miliardi del Mes per la sanità, e presentiamo progetti credibili e realizzabili per i 209…

COMMERCIANTI, IL DELIRIO DECRETATORIO CONTINUA

L’avvocato del popolo nel suo delirio decretatorio si è dimenticato del popolo, e anche della Costituzione. In Italia è praticamente ormai azzerata la libertà di movimento. Il presidente del Consiglio e i suoi consiglieri ritengono di saper difendere meglio i nostri anziani di quanto possano fare i loro figli. Con il divieto di spostamento dall’area del comune di residenza nei giorni festivi dimostrano di non sapere come è fatta l’Italia, perché un conto è vivere a Roma e un conto in un comune di pochi abitanti. Su 8.000 comuni sono…

4° DPCM, NATALE 2020

L’eccesso di comunicazione del Governo crea dei paradossi singolari: se si allentano certe restrizioni (vengono riaperti i negozi) è merito del Governo ma se poi le persone, giustamente, vanno a comprare qualcosa, allora sono irresponsabili. Gli italiani hanno dimostrato grande responsabilità fino ad oggi, non abusiamone. IL VIDEO SU FACEBOOK

RECOVERY FUND, 5 MILIONI DI POVERI

La situazione è questa: ci sono 5 milioni di nuovi poveri, altre 50 mila aziende che chiuderanno entro la fine dell’anno, 54 miliardi di fondi europei del settennio 2014-2020, di cui abbiamo speso solo il 5% e intanto la maggioranza litiga su chi gestirà i 209 miliardi del RecoveryFund che ancora non ci sono. Ma soprattutto non ci sono i progetti per i quali spenderli. È chiaro che bisogna smetterla con la distribuzione assistenzialistica di soldi a pioggia. Le nostre proposte sono sul tavolo da tempo, così come quelle di…

BONAFEDE SI SVEGLI, CARCERI A RISCHIO COVID

IL VIDEO DEL QUESTION TIME   On. ALESSANDRO COLUCCI Signor Ministro, la capienza delle carceri italiane è per 50.931 persone, e sono reclusi attualmente 53.785 detenuti, quindi ci sono 2.854 persone in più nelle carceri italiane; vuol dire che c’è sovraffollamento e promiscuità. Per questo la conferenza dei garanti territoriali delle persone private della libertà ha rivolto un appello al Parlamento per rischio di contagio, perché non c’è il distanziamento nelle carceri e perché è difficile garantire il livello igienico di contrasto al COVID. I dati del Garante dei diritti…

C. DESTRA RIUNITO, SUBITO DIMISSIONI NICOLA MORRA

Come saprete faccio parte della Commissione Antimafia e oggi ho partecipato alla conferenza stampa organizzata dal centrodestra per chiedere le dimissioni del presidente Morra. Le parole pronunciate gli scorsi giorni Jole Santelli sono state moralmente, politicamente e umanamente inaccettabili. Quando un parlamentare ricopre una carica istituzionale delicatissima, come quella di Presidente della Commissione Antimafia, non può fare quelle affermazioni. Non può appropriarsi dell’istituzione usandola a volte come megafono delle sue opinioni personali e a volte come clava per colpire i suoi avversari politici. Un Presidente deve garantire le istituzioni e…

ASSISTENZIALISMO, IL DEBITO PUBBLICO AUMENTA

Basta mance! Il Governo, non imparando nulla dai suoi precedenti fallimenti, sta continuando con la logica dei sussidi e dei soldi a pioggia, distribuiti con criteri discutibili e disciolti in rivoli di cui si è persa traccia rapidamente. Dal reddito di cittadinanza ai navigator, dal bonus bici o dal bonus vacanze ai 500 euro per il digitale, quando poi 11 milioni di italiani non sono connessi. Soldi buttati, come si suol dire. Tanto pagano tutti i cittadini, con il debito pubblico che aumenta a dismisura (siamo oramai a quasi 2.600…

LOCKDOWN, LA LIBERTA’ DELLE PERSONE

Con i poteri pubblici (soprattutto se straordinari) e con la libertà delle persone non si può essere approssimativi. Il sospetto che il diritto si faccia arbitrio lo si fuga solo con la chiarezza dei dati e la certezza della legge. Questo è l’unico modo per rispettare la ragione e l’intelligenza dei cittadini, che hanno e avranno sempre il diritto di capire per sentirsi responsabili. Altrimenti i ristoratori di Torino, Milano o di Reggio Calabria non capiranno mai perché loro devono chiudere con responsabilità e quello di Napoli no. Non è…

NIZZA, ATTACCO ALLA LIBERTA’

Non c’è fine all’orrore del terrorismo islamista. Quanto successo nella cattedrale di Nizza, a pochi giorni dalla decapitazione del professor Samuel Paty a Parigi, ci riporta a una realtà drammatica che speravamo di poter dimenticare. L’attacco alla libertà di espressione e alla fede dei cristiani origina da una ideologia religiosa che rinnega la natura stessa della religione, il rispetto del mistero dell’altro. Quello che mi preoccupa è che a questo clima di terrore ci si stia passivamente assuefacendo. L’attacco era atteso, non si sapeva solo il dove e il quando….

COVID, NESSUNA PREVENZIONE DEL GOVERNO

Nonostante il governo abbia continuato a chiedere poteri speciali con la proroga dello stato di emergenza, nulla è stato fatto sul fronte della programmazione e della prevenzione. Adesso l’unica strada è il coinvolgimento di tutte le forze politiche e la creazione di una cabina di regia unica, con maggioranza e opposizione insieme, per decidere i provvedimenti necessari, sia sul fronte economico, sia su quello sanitario, per uscire da questa nuova drammatica emergenza.

DPCM, DELIRIO NORMATIVO

Tre dpcm in una settimana, faccio mia la definizione di Massimo Cacciari, “delirio normativo”. Si è chiesto a palestre e piscine di attrezzarsi per continuare l’attività e dopo pochi giorni gli si dice di chiudere. Il settore della ristorazione è in grado di rispettare le regole per il pranzo ma non pare in grado di farlo per la cena, sulla scuola si è fatta grande retorica per mesi e poi di fatto si chiudono le superiori. Ma tutto questo, in base a quali dati? Ci sanno dire quali sono i…

SALVINI, IL PROCESSO

A Catania è iniziato il processo a Matteo Salvini per atti compiuti quando era ministro dell’Interno e vicepresidente del governo presieduto da Giuseppe Conte sostenuto da una maggioranza Lega – Movimento 5 stelle. Per anni magistrati e media hanno sostenuto il concetto che il responsabile di un’azienda o di un partito ‘non poteva non sapere’ quello che succede in quell’azienda o in quel partito. Oggi evidentemente quel principio non conviene più (attenti ad appoggiarvi ai principi – diceva Longanesi – che poi si piegano) a Palazzo Chigi nulla sapevano, la…

ALITALIA, PARALISI INSOPPORTABILE

La paralisi di Alitalia non è più sopportabile. Oggi sul Messaggero c’e’ una accurata e documentata ricostruzione della situazione della nostra compagnia di bandiera che non può che preoccupare chi ne vuole veramente il rilancio. Siamo all’assurdo che presidente e amministratore delegato dell’annunciata Newco, che doveva partire il primo giugno, devono assistere impotenti al progressivo sfaldamento della società. Hanno idee, piani, voglia di mettersi al lavoro, ma finché le loro nomine non vengono ufficializzate con un decreto non possono presentare neanche il piano industriale. Intanto Alitalia perde tempo e perde…

CINA, JOSHUA WONG

Dopo l’arresto dei giorni scorsi, JoshuaWong, il leader dei giovani di Hong Kong, ha visto confermato oggi in udienza del tribunale speciale il rilascio temporaneo su cauzione. Era accusato di aver preso parte a un’assemblea non autorizzata il 5 ottobre scorso durante le proteste contro la legge sulla sicurezza voluta da Pechino, di cui vi sto parlando da mesi. “Sopravvissuto all’udienza di oggi e per ora senza bisogno di affrontare la detenzione”, Joshua ha detto che per lui vale ancora il divieto di viaggiare e la spada di Damocle di…

LETTERA ALL’HUFFINGTON POST: La destra liberale riparta dal civismo italico

Nella sua sacrosanta perorazione per “l’indifferibile necessità di una destra liberale” Mattia Feltri a un certo punto scrive: “Ci sono due anni e mezzo prima delle prossime elezioni politiche, c’è lo spazio e c’è il tempo per organizzare qualcosa di serio. Non dico un partito, non lo so, non sono un politico. Dico che queste teste devono trovare il modo di mettersi insieme”. Dice bene, direttore. Ed è giusto anche quello che lei non dice, ma lascia intendere: spazio e tempo per organizzare “qualcosa di serio” non si sono creati da oggi….

DRAGHI AL MEETING DI RIMINI, IL COMMENTO DI LUPI

Io non so se Mario Draghi assumerà in futuro ruoli politici, ne voglio “tirarlo per la giacca”, certo è che chiunque attualmente li ricopra dovrebbe leggere attentamente il suo discorso al Meeting di Rimini, comprenderne l’analisi, ascoltarne i suggerimenti. Sin dal primo, quel sentito ringraziamento agli organizzatori del Meeting e all’esperienza che lo esprime: “L’invito che mi avete fatto – ha detto – mi rende partecipe della vostra testimonianza di impegno etico”, un impegno che, in una situazione di insicurezza paralizzante, nelle difficoltà rafforza le sue ragioni e aumenta di intensità. Non è…

STATO D’EMERGENZA

Il Paese sta faticosamente tentando di tornare alla normalità, non c’è più l’emergenza sanitaria di fine febbraio, le terapie intensive sono vuote e il numero dei contagiati cala di giorno in giorno. Non c’è nessuna ragione per la proroga dello stato d’emergenza che assegna di fatto pieni poteri al presidente del Consiglio. Il Covid si combatte con la responsabilità, non con la logica della paura che lo stato d’emergenza perpetuerebbe. Poteri straordinari con cui limitare le libertà dei cittadini non sono ciò di cui adesso c’è bisogno, serve semmai coinvolgere tutte le forze politiche…

RIAPERTURA DELLA SCUOLA

Abbiamo ripreso a prendere treni e a fare shopping, incrociando centinaia di persone ogni giorno. I nostri figli giocano insieme nei parchi rispettando il distanziamento fisico (e non sociale, smettiamola di usare questo termine) e abbiamo discusso se far ricominciare il campionato di calcio ma, nel frattempo, abbiamo dimenticato i nostri ragazzi. Le scuole sono rimaste chiuse e adesso pensiamo pure di mettere muri plexiglass nelle aule (una follia). I nostri figli sono persone che hanno bisogno di stare insieme, di avere un maestro da seguire, un luogo in cui apprendere,…

ASSISTENTI CIVICI, IL GOVERNO INCITA IL GUARDONISMO

Assistenti civici? Incitazione governativa al guardonismo. La surreale proposta degli assistenti civici a cui demandare il controllo del comune senso del rigore contro la diffusione del Coronavirus oltre a far perdere un pò di soldi allo Stato e un pò di tempo ai suoi funzionari – sono gratis, mi obietteranno, però non dico una divisa, ma almeno un tesserino, la formazione di un registro in cui inserire i loro nomi, la selezione delle domande, la dotazione a tutti di un metro, un minimo di formazione (richiamare o meno i due…

SCUOLE PARITARIE, IL GOVERNO NON LE ASCOLTA

Non ha ascoltato noi, non ha ascoltato le associazioni delle scuole paritarie, mi auguro che ora il governo ascolti i vescovi italiani che esprimono tutto il loro sconcerto e la forte preoccupazione per la sperequazione di trattamento riservata alle scuole paritarie, riservando poche briciole solo agli asili nel decreto Rilancio. Anche perché non si tratta di un diverso trattamento riservato a particolari enti economici ma di una discriminazione fatta nei confronti di 866.000 ragazzi e bambini, delle loro famiglie e dei professori che in queste scuole pubbliche insegnano. Oltretutto è…

TESTIMONIANZA DI UBALDO CASOTTO SU GPII

Cento anni fa nasceva San Giovanni Paolo II. A me piace ricordarlo con le parole di Václav Havel, che descrivono l’esperienza di tanti di noi che l’hanno incontrato e seguito. #Havel, che non era cattolico, disse: “Ho conosciuto #GiovanniPaoloII e mi permetto di dire che eravamo amici […] Ho vissuto ogni colloquio con il Papa, qualsiasi fosse il tema trattato, interiormente come una confessione. E sempre, dopo questa ‘confessione’ e dopo un’indiretta assoluzione, mi sono sentito rinascere”. È proprio questa rinascita dell’umano che lui ha favorito con i suoi viaggi, con le…

ATTENZIONE AD APPOGGIARSI SEMPRE SUI PRINCIPI, PRIMA O POI SI PIEGANO

Leo Longanesi diceva “attenzione ad appoggiarsi troppo sui principi, perché poi si piegano”. “Non capisco perché non si sia ancora dimesso. È scandaloso dal mio punto di vista, e non per le responsabilità penali ma per le responsabilità politiche, si deve dimettere perché in un qualsiasi altro Paese civile del mondo un ministro si dimette se la struttura centrale del suo ministero, quella che lui aveva difeso a spada tratta, quella che aveva nominato, si rende responsabile di fatti che non sono condivisi.” (On. Bonafede, cinque anni fa)   https://www.facebook.com/mauriziolupi.it/videos/374806606809175/…

UN MILIARDO PER L’ISTRUZIONE, ZERO EURO PER LE PARITARIE

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte lo scorso 26 marzo ha fatto una solenne premessa: ‘Lo stato c’è, aiuteremo tutti’. E invece il governo pare aver deciso di non aiutare qualcuno: sono i circa 866.000 alunni, le loro famiglie, i circa 100.000 lavoratori delle oltre 13.000 scuole paritarie, di cui nelle bozze del Decreto Rilancio non si fa parola. Lo denunciano in un comunicato le varie associazioni che rappresentano quel mondo così importante per l’educazione dei nostri ragazzi. Dei quasi 1,5 miliardi previsti per l’istruzione (per la sicurezza degli ambienti,…