News

  • Tutto
  • Dirette Facebook
  • Il Mio Lavoro alla Camera
  • Interventi in Aula
  • Interviste
  • Mozioni e Interrogazioni
  • News
  • Politica
  • Proposte di Legge
  • Video

Assistenti civici? Incitazione governativa al guardonismo

Assistenti civici? Incitazione governativa al guardonismo. La surreale proposta degli assistenti civici a cui demandare il controllo del comune senso del rigore contro la diffusione del Coronavirus oltre a far perdere un pò di soldi allo Stato e un pò di tempo ai suoi funzionari – sono gratis, mi obietteranno, però non dico una divisa, ma almeno un tesserino, la formazione di un registro in cui inserire i loro nomi, la selezione delle domande, la dotazione a tutti di un metro, un minimo di formazione (richiamare o meno i due…

MOZIONE in Assemblea – Governo della Paura

È pensabile che tutto venga gestito sulla minaccia della paura e non scommettendo sulla libertà e responsabilità dei cittadini? Vi parlo della mozione sulla restrizione delle libertà costituzionali presentata dall’opposizione oggi in Parlamento.

Il Governo non ascolta le Scuole Paritarie

Non ha ascoltato noi, non ha ascoltato le associazioni delle scuole paritarie, mi auguro che ora il governo ascolti i vescovi italiani che esprimono tutto il loro sconcerto e la forte preoccupazione per la sperequazione di trattamento riservata alle scuole paritarie, riservando poche briciole solo agli asili nel decreto Rilancio. Anche perché non si tratta di un diverso trattamento riservato a particolari enti economici ma di una discriminazione fatta nei confronti di 866.000 ragazzi e bambini, delle loro famiglie e dei professori che in queste scuole pubbliche insegnano. Oltretutto è…

La testimonianza di Ubaldo Casotto su Giovanni Paolo II

Cento anni fa nasceva San Giovanni Paolo II. A me piace ricordarlo con le parole di Václav Havel, che descrivono l’esperienza di tanti di noi che l’hanno incontrato e seguito. #Havel, che non era cattolico, disse: “Ho conosciuto #GiovanniPaoloII e mi permetto di dire che eravamo amici […] Ho vissuto ogni colloquio con il Papa, qualsiasi fosse il tema trattato, interiormente come una confessione. E sempre, dopo questa ‘confessione’ e dopo un’indiretta assoluzione, mi sono sentito rinascere”. È proprio questa rinascita dell’umano che lui ha favorito con i suoi viaggi, con le…

Attenzione ad appoggiarsi troppo sui principi perché poi si piegano

Leo Longanesi diceva “attenzione ad appoggiarsi troppo sui principi, perché poi si piegano”. “Non capisco perché non si sia ancora dimesso. È scandaloso dal mio punto di vista, e non per le responsabilità penali ma per le responsabilità politiche, si deve dimettere perché in un qualsiasi altro Paese civile del mondo un ministro si dimette se la struttura centrale del suo ministero, quella che lui aveva difeso a spada tratta, quella che aveva nominato, si rende responsabile di fatti che non sono condivisi.” (On. Bonafede, cinque anni fa)   ''Attenzione…

1,5 miliardi nell’istruzione e niente per le scuole pubbliche paritarie

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte lo scorso 26 marzo ha fatto una solenne premessa: ‘Lo stato c’è, aiuteremo tutti’. E invece il governo pare aver deciso di non aiutare qualcuno: sono i circa 866.000 alunni, le loro famiglie, i circa 100.000 lavoratori delle oltre 13.000 scuole paritarie, di cui nelle bozze del Decreto Rilancio non si fa parola. Lo denunciano in un comunicato le varie associazioni che rappresentano quel mondo così importante per l’educazione dei nostri ragazzi. Dei quasi 1,5 miliardi previsti per l’istruzione (per la sicurezza degli ambienti,…

Il Governo senza passare dal Parlamento nega la libertà religiosa

Non c’è nessun Governo che può disporre, permettere o consentire riguardo le libertà senza passare dal Parlamento, tanto più quella religiosa.   Non c’è nessun Governo che può disporre, permettere o consentire riguardo le libertà senza passare dal Parlamento Non c’è nessun Governo che può disporre, permettere o consentire riguardo le libertà senza passare dal Parlamento, tanto più quella religiosa. Pubblicato da Maurizio Lupi su Mercoledì 6 maggio 2020

Non ci devono essere né dubbi né tentennamenti sulla collocazione internazionale del nostro Paese

Non ci devono essere né dubbi né tentennamenti sulla collocazione internazionale del nostro Paese. Soprattutto in un momento come questo. Abbiamo tutti letto con apprensione le interviste del segretario della Difesa americano e del nostro ministro della Difesa. Mark Esper ha dichiarato che “Russia e #Cina si stanno approfittando di una situazione unica per far avanzare i loro interessi (…) e seminare divisioni nell’Alleanza atlantica e in Europa” e che “possono cercare di usare la pandemia e le sfide economiche derivanti che tutti fronteggiamo come un’apertura per investire in industrie e infrastrutture…

L’Anpi, il 25 Aprile e la Pasqua

Ricevo con ritardo da Palazzo Chigi e pubblico per opportuna conoscenza dei cittadini. “Con riferimento alla lettera della Conferenza episcopale italiana si precisa che la circolare inviata dalla Presidenza del Consiglio non esclude in alcun modo i cattolici dalle celebrazioni per la Pasqua. La circolare è indirizzata alle sole autorità pubbliche e, in ragione dei provvedimenti restrittivi legati al Covid-19, intende semplicemente limitare la partecipazione delle autorità ed escludere assembramenti. Le associazioni cattoliche e caritative potranno quindi partecipare alle celebrazioni per il 1987° anniversario della Resurrezione di Gesù Cristo, naturalmente…

Dichiarazione di voto – D.l. Cura Italia

Era dai tempi di Badoglio che non avevamo l’obbligo di non uscire di casa ma, nonostante questo e nonostante la diminuzione del nostro PIL paventata (-10%), il Governo non ha ancora trovato il coraggio di aiutare subito e davvero famiglie, imprese, liberi professionisti e scuole. In questo momento serviva lavorare assieme (come DC e PCI nei momenti più bui e fondamentali della storia d’Italia), non inserire la nazionalizzazione di Alitalia nel CuraItalia. Serviva dare soldi subito e in maniera semplice ad imprese e famiglie, non permettere ad un burocrate l’invio di…

Avevamo chiesto soldi per famiglie e imprese e invece ci ritroviamo con 8,5 milioni di cartelle esattoriali dall’agenzia delle entrate

Avevamo chiesto soldi subito per famiglie e imprese e invece, a 45 giorni dallo scoppio dell'emergenza #Covid19, ci… Pubblicato da Maurizio Lupi su Giovedì 23 aprile 2020    

Immuni applicazione obbligatoria? Decida il Parlamento

Mentre con i rappresentanti dell’opposizione siamo in riunione a Palazzo Chigi per discutere dell’applicazione Immuni per il tracciamento dei movimenti delle persone, se e come utilizzarla, se renderla obbligatoria o volontaria, con tutti gli enormi problemi legati alla privacy e alla libertà delle persone, il commissario straordinario Domenico Arcuri se ne esce in conferenza stampa, ripresa da tutti i siti, che o ci si scarica la app sul cellulare o non si esce di casa. Conoscendo Arcuri penso che si tratti di un infortunio, un maldestro tentativo di convincere dell’utilità di questa applicazione e della sua assoluta necessità,…

Sembra che l’unica preoccupazione del ministro dell’Istruzione sia dire che la scuola non riaprirà. Lo dice da settimane

Sembra che l’unica preoccupazione del ministro dell’Istruzione sia dire che la scuola non riaprirà. Lo dice da settimane L’ha ridetto stamattina in un’intervista a un quotidiano, l’ha ribadito nel pomeriggio a una emittente radiofonica. Lucia Azzolina è il ministro della chiusura. In tutta #Europa si stanno preparando per riaprire le scuole, da noi si ciancia di istruzione ed educazione come primo investimento di un Paese ma pare non crederci neanche il ministro che dovrebbe assicurarla ai bambini e ai ragazzi italiani. C’è un problema di #diritto allo studio da garantire, soprattutto ai più svantaggiati, a coloro…

RSA: il 2 aprile avevo fatto presente il problema. Peccato che la maggioranza lo abbia ignorato.

Il 2 aprile insieme ad altri dieci deputati ho chiesto formalmente nell’Aula della Camera dei deputati al ministro della Salute che cosa intendesse fare il #governo di fronte all’allarme che veniva dalle case di riposo per anziani, che si stavano trasformando “in focolai e lazzaretti”. Ho citato, fra i tanti, il caso della casa di riposo Santissima Maria Immacolata di Nerola, dove 16 operatori su 40 risultavano positivi al #CoronaVirus e con loro anche 56 degenti sui 63. Poi ho fatto un triste elenco: Milano, Lecco, Brescia, Bergamo, Roma a Messina, Cremona, Foggia, Lecce, Civitavecchia,…

Gli annunci non possono sostituire le decisioni

Gli annunci non possono sostituire le decisioni. Su tutti i giornali oggi leggiamo che si ripartirà dopo il 3 maggio. Pochi giorni fa il presidente del Consiglio aveva detto che eravamo pronti per la fase due. Il Paese non può stare fermo altri 24 giorni. Si devono fare le cose con prudenza, con le misure che garantiscano sicurezza sui posti di #lavoro, ma deve ripartire. La vita non è solo quella biologica. La politica deve avvalersi della competenza degli uomini di scienza, così come di quella degli uomini di industria, degli imprenditori,…

DlLiquidità: annuncio roboante. 400 miliardi per le imprese, ma senza regole semplici e senza che siano immediatamente applicabili

L’annuncio del #DlLiquidità è roboante: 400 miliardi per le imprese, ma servono regole semplici e immediatamente applicabili e non solo per i prestiti da 25 mila euro. Dobbiamo salvare la spina dorsale dell’Italia che è costituita da tutte le imprese, grandi, medie e piccole. Leggeremo con attenzione il testo anche perché, nonostante i continui incontri con l’opposizione (l’altisonante cabina di regia) i provvedimenti non ci sono mai stati consegnati neanche in bozza. Ma è sin d’ora evidente che la restituzione dei prestiti in 6 anni non è sufficiente, per la portata della…

Intervista a Il Giornale: Irresponsabile la ministra che lancia il “tutti promossi

«Irresponsabile la ministra che lancia il “tutti promossi”» Il leader di Noi con l’Italia: «Studenti e docenti lavorano più di prima. Diseducativo non premiarli»     Maurizio Lupi, presidente di Noi con l’Italia, lei ha definito diseducativo e ingiusto permettere che siano tutti promossi. Perché? È irresponsabile che il ministro dell’istruzione lanci il tutti promossi nel momento in cui la scuola fa i conti con una situazione incredibile e sta dimostrando di essere la prima istituzione del paese, con i docenti delle medie e delle superiori che hanno dovuto ripensarsi…

Domattina, nell’incontro del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione, porterò proposte concrete

Domattina, nell’incontro del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione, porterò proposte concrete soprattutto a tutela del sistema produttivo. Draghi ha detto che bisogna inondare di liquidità le aziende. Bisogna che questo avvenga subito e il decreto Cura Italia non ha ancora fatto scattare questa dinamica. Bisogna che chi richiede un prestito alla banca lo ottenga immediatamente, con garanzia dello Stato, come sta succedendo in altri paesi. Ecco, tra le altre, alcune modalità: – Alle #imprese superiori ai 5 milioni di fatturato proponiamo di fornire una linea di liquidità aggiuntiva, in pre-deduzione,…

Didattica a Distanza: il governo non può continuare ad ignorare i disagi economici e materiali che molti stanno vivendo

La proroga alla chiusura di scuole e università è una misura ovviamente necessaria ma il governo non può continuare ad ignorare i #disagi economici e materiali che molti studenti e docenti stanno vivendo (e segnalandoci) in questi giorni nell’attuare la didattica a distanza. Le misure del ministro Azzolina, infatti, sono #insufficienti perché la rete internet ha un costo, non tutti possono accedervi e non tutti possono permetterselo. Molti studenti o insegnanti hanno peraltro un piano di traffico dati limitato e in questo periodo sono costretti a collegarsi per tempi molto, molto lunghi. Senza contare che…

Mario Draghi, come suo solito, non ha usato mezzi termini, anche oggi bisogna fare qualsiasi cosa per salvare l’economia, come già fu per l’euro

Mario Draghi, come suo solito, non ha usato mezzi termini, anche oggi bisogna fare qualsiasi cosa per salvare l’economia, come già fu per l’euro. Qualsiasi cosa per gli Stati vuol dire più debito pubblico, per le banche inondare di liquidità le #aziende a costo zero senza paletti che le intralcino. Ma soprattutto, ha aggiunto, queste cose bisogna farle subito. Certo, più debito pubblico non vuol dire più spesa allegra, bisogna indirizzarlo là dove serve e controllare veramente come viene usato. Ma non è questo il momento dei tentennamenti. Ce lo dice anche…

Per lavorare insieme occorre ascoltare la voce della nostra gente a cui abbiamo chiesto per tutelare la salute un sacrificio enorme: la limitazione della #libertà

Per lavorare insieme occorre ascoltare la voce della nostra gente a cui abbiamo chiesto per tutelare la salute un sacrificio enorme: la limitazione della #libertà. Ora dobbiamo ascoltare quello che ci chiedono i #medici e il personale sanitario (più protezione, più tamponi), le #imprese (più liquidità per non morire), gli #insegnati e gli #studenti (la scuola è il primo grande investimento), le #famiglie (non lasciateci senza lavoro) e così via. Quando avremo sconfitto questo nemico, però, dovremo restituire a tutti più libertà, più benessere, più società, meno burocrazia e più Stato efficiente.   Informativa Conte 25 marzo 2020 Per lavorare insieme…

Dopo l’incontro di ieri del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione non è superfluo ribadire che cosa vuol dire fare un lavoro in comune

Dopo l’incontro di ieri del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione non è superfluo ribadire che cosa vuol dire fare un lavoro in comune. Perché lavorare insieme in un momento di crisi drammatica come questo è un dovere ma per farlo è necessario ascoltare e confrontarsi con le proposte delle opposizioni. Noi riteniamo che il decreto #CuraItalia sia insufficiente a fronteggiare l’emergenza economica, sia in termini di risorse stanziate sia per la copertura della platea di soggetti economici interessati. In fase di conversione del decreto occorre quindi sin da subito sapere quali…

Non si può gestire un’emergenza come quella drammatica che il Paese sta vivendo con dirette Facebook

Non si può gestire un’emergenza come quella drammatica che il Paese sta vivendo con dirette Facebook. Il presidente del Consiglio prende provvedimenti e li comunica direttamente ai cittadini, ma sui provvedimenti da prendere il contributo del Parlamento è non solo utile ma necessario. Faccio un solo esempio: si blocca tutto ciò che non sia direttamente connesso alla filiera alimentare, ma ci si dimentica l’informatica, se si bloccano le casse dei supermercati che cosa succede? E se saltano i Pc degli ospedali? Chi fa assistenza e collaudi agli impianti di refrigerazione…

Abbiamo lasciato aperte le tabaccherie e le profumerie ma lasciamo chiuso il Parlamento?

Abbiamo lasciato aperte le tabaccherie e le profumerie ma lasciamo chiuso il Parlamento? La #democrazia è un bene essenziale, collaborare insieme non significa ”prendere o lasciare” e il Parlamento è il luogo dove portare le istanze delle imprese o delle famiglie o dove poter dire che non si è d’accordo (anche perché ditemi cosa c’entra nel decreto ”Cura Italia” la nazionalizzazione di #Alitalia). Molti dicono facciamo come la #Cina, uno solo che decide per tutti. A me non piace in Italia un segretario generale del partito unico.   Abbiamo lasciato aperte le tabaccherie e…

Cura Italia: Se manca il pane non dai una brioche

Se manca il pane non dai una brioche. Abbiamo collaborato con il governo presentando le nostre proposte, e in questi giorni insieme agli altri partiti dell’opposizione in un confronto assiduo, e dopo una lunga fase di indecisione finalmente il governo ha approvato il ‘decreto marzo’. Questo ritardo ha già provocato incertezze a tutti coloro che in questi giorni dovevano adempiere alle scadenze fiscali. I 25 miliardi stanziati sono un primo importantissimo segnale, ma ricordiamoci che se manca il pane non possiamo dire alla gente che possono mangiare brioche. Occorre più…

Lettera al Foglio: La democrazia non chiude

lo, con sulla pelle l’esperienza di Milano e della Lombardia, sono tra coloro che hanno spinto per i provvedimenti drastici di fronte all’emergenza del coronavirus. Va bene sospendere tutto, ma trovo imbarazzante sospendere anche il Parlamento. Alla Camera dei deputati la prossima settimana salterà il question time (e le assicuro che le interrogazioni che si potrebbero porre, per esempio al ministro dell’Economia, in diretta televisiva, non sono certo estranee all’emergenza che stiamo vivendo), anche la seduta della prossima settimana è sospesa, il voto sul doveroso scostamento di bilancio è stato…

Stasera Italia: Non sottovalutare il #CoronaVirus significa prendersi cura di una comunità ed essere responsabili

Dobbiamo continuare ad affrontare l’emergenza con serietà, lo dico da milanese. Forse ci sembrerà che sia passato molto tempo dal primo paziente positivo in Italia, ma non è così. Era il 21 febbraio e in meno di 20 giorni solo in lombardia abbiamo più di 9 mila contagiati e 700 morti. Non sottovalutare il #CoronaVirus significa anzitutto prendersi cura di una comunità ed essere responsabili, prendendo tutte le misure necessarie per superare l’emergenza. In questi giorni come opposizione abbiamo incontrato il presidente del Consiglio chiedendogli di mettere da parte qualsiasi protagonismo per…

Covid19: LE PROPOSTE AL DECRETO FISCALE DI NOI CON L’ITALIA

NOI CON L’ITALIA PROPOSTE AL DECRETO FISCALE CAPO 1 – LAVORO – CIGS e FIS strumenti importanti soprattutto se immediati e di semplice accessibilità per tutti i settori e per tutte le dimensioni aziendali – Per le IMPRESE CHE ESPORTANO e che hanno in essere commesse all’estero caratterizzate da penali rispetto ai tempi di consegna, è necessario prevedere: un fondo per le penali a causa di ritardata consegna qualora il contratto non sia retto da diritto italiano, un sistema di garanzia per mancata consegna e per perdita di fatturato e…

La richiesta di scostamento di #25miliardi di euro rispetto agli obiettivi di finanza pubblica fatta oggi dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri va nella direzione giusta, accogliendo anche richieste fatte dall’opposizione

La richiesta di scostamento di #25miliardi di euro rispetto agli obiettivi di finanza pubblica fatta oggi dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri va nella direzione giusta, accogliendo anche richieste fatte dall’opposizione. Si tratta ora di lavorare per definire il tipo di interventi più necessari per il sostegno dell’economia, auspichiamo che si possa continuare a farlo insieme.

Covid-19: La situazione è drammatica e i dati della Lombardia (+2000 contagi in soli 2 giorni) ne testimoniano la gravità

La situazione è drammatica e i dati della Lombardia (+2000 contagi in soli 2 giorni) ne testimoniano la gravità. Proprio per questo, nell’incontro di oggi con il Presidente del Consiglio Conte, abbiamo dato la disponibilità di tutta l’opposizione a lavorare insieme con il Governo per fronteggiare quella che è una vera e propria guerra. Le nostre richieste sono state la chiusura totale fino al 3 Aprile (a sostegno della richiesta di Lombardia e Veneto) di tutte le attività commerciali e produttive (tranne i servizi essenziali) e il sostegno economico straordinario…

Sul Referendum il rinvio è una decisione di buonsenso

Sul Referendum il rinvio è una decisione di buonsenso. Avevo insistentemente chiesto, sostenuto da altri capigruppo della camera, perché ci si attivasse in tal senso e il ministro dei Rapporti col Parlamento Federico D’Incà si è fatto carico di riportare le nostre richieste in sede di Consiglio dei ministri. In un momento in cui sono vietate le manifestazioni era materialmente impossibile per i sostenitori del sì e per quelli del no, tra i quali mi colloco, spiegare alla gente le rispettive ragioni. Ben venga quindi, nella situazione di #emergenza in…

Ora sostegno alle famiglie, alle scuole paritarie e alle imprese

Ora sostegno alle famiglie, alle scuole paritarie e alle imprese. Dopo aver dato ascolto alla scienza assumendosi la responsabilità di una decisione difficile come la chiusura delle scuole e dell’università, ora la politica vada fino in fondo nel compito che le è proprio, la guida del paese, prendendo in considerazione tutti i fattori che sono implicati nell’emergenza sanitaria creatasi. Non bisogna lasciare sole le #famiglie, non bisogna lasciare sole le #scuole, soprattutto le paritarie che si trovano a gestire una situazione con pesanti ricadute economiche, che graverebbero inevitabilmente sulle famiglie e sugli studenti,…

Vi presento le 4 proposte di Noi con l’Italia al Presidente Conte per affrontare l’emergenza economica che sta vivendo il nostro Paese a causa del CoronaVirus

Vi presento le 4 proposte di Noi con l’Italia al Presidente Conte per affrontare l’emergenza economica che sta vivendo il nostro Paese a causa del CoronaVirus: – Azzeramento per almeno tre mesi dei contributi dovuti ai lavoratori da parte delle aziende. – Cassa integrazione per i dipendenti delle aziende colpite dalla crisi estesa anche alle micro-imprese. – Burocrazia zero: bisogna dare immediata priorita’ ad agevolazioni reali per le pratiche di finanziamento e per i bandi. – Moratoria di un anno sui leasing e sui finanziamenti per attrezzature, macchinari, capannoni. #CoronaVirus: le proposte di…

D.L. Intercettazioni: Sognano sistemi talmente perfetti in cui nessuno avrebbe più bisogno di essere buono

“Sognano sistemi talmente perfetti in cui nessuno avrebbe più bisogno di essere buono”. (Cori da “La Rocca” – Thomas Eliot) Abbiamo votato NO al D.L. #Intercettazioni. Vi spiego perché: innanzitutto permettetemi due citazioni: -“La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili. La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge”. -“L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva”. Sono, come tutti sapete bene, due articoli della nostra #Costituzione, il 15 e il 27. Ora, a…

Corona Virus: Di fronte ad una urgenza sanitaria c’è ovviamente in gioco la salute dei cittadini, ma ci sono in gioco anche urgenze economiche e sociali

Corona Virus: Di fronte ad una urgenza sanitaria c’è ovviamente in gioco la salute dei cittadini, ma ci sono in gioco anche urgenze economiche e sociali. Per questo in questo momento è doveroso essere responsabili. Ancor più doveroso, però, sarebbe per il Presidente del Consiglio non agitare polemiche. Sopratutto contro i migliori ospedali del nostro Paese, avanguardia nel mondo della sanità. Il mio intervento in risposta al Ministro Speranza sul CoronaVirus Il mio intervento in risposta al Ministro Speranza Di fronte ad una urgenza sanitaria c’è ovviamente in gioco la salute…

Conte la smetta di accendere inutili polemiche

Conte la smetta di accendere inutili polemiche. Se si dice che è il momento dell’unità, del lavorare insieme di fronte all’emergenza sanitaria bisogna essere conseguenti alle parole. È il fattore di unità è e deve essere il capo del governo. Per questo stupiscono molto negativamente le polemiche scatenate dallo stesso presidente del Consiglio che in piena emergenza si occupa di indicare responsabili, avocare a sé poteri delle regioni e si lamenta pubblicamente di chi non risponde alle sue telefonate. Al Paese tutto questo non interessa, interessa che lo sforzo delle regioni colpite dal coronavirus per contenere e…

La proposta del Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel per il prossimo bilancio europeo è insufficiente, insoddisfacente e inadeguata

La proposta del Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel per il prossimo BilancioUE è insufficiente, insoddisfacente e inadeguata. Lo è per l’Italia e lo è anche per l’Europa. Serve un’Italia forte, in grado di tornare ad avere un ruolo da protagonista e di imporsi a Bruxelles. Peccato però che il nostro Governo manchi di autorevolezza e capacità, oltre che di cultura del diritto. Abbiamo bisogno di competenza per tutelare gli interessi del nostro sistema-Paese.   La proposta del Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel per il prossimo #BilancioUE è insufficiente, insoddisfacente e inadeguata. Lo è per l’#Italia…

Auguri di buon lavoro all’amico Guido Bardelli, nuovo presidente della Compagnia delle Opere!

Auguri di buon lavoro all’amico Guido Bardelli, nuovo presidente della Compagnia delle Opere!      

Sulla Spazzacorrotti la Corte costituzionale ha sancito ciò che era evidente a tutte le persone di buon senso: una legge non può avere valore retroattivo

Sulla Spazzacorrotti la Corte costituzionale ha sancito ciò che era evidente a tutte le persone di buon senso: una legge non può avere valore retroattivo. Lo sa qualsiasi matricola di Giurisprudenza ma non il ministro della Giustizia Bonafede che con quella legge ha mandato delle persone in galera. Ma l’ha fatto in spregio della nostra Costituzione. Parafrasando Cicerone, “Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra? Fino a quando abuserete della pazienza degli italiani forzando la legislazione sulla giustizia con norme che hanno come unico criterio la forza dei numeri e la convenienza politica…

Sono passati 40 anni da quando Vittorio Bachelet fu ucciso dalle brigate rosse alla Sapienza di Roma

Sono passati 40 anni da quando Vittorio Bachelet fu ucciso dalle brigate rosse alla Sapienza di Roma. Oggi lo abbiamo commemorato alla Camera