Ecco che cosa penso del Reddito Di Cittadinanza.

Ecco che cosa penso del Reddito Di Cittadinanza. Non contesto la legittimità dell‘intervento, era la proposta con la quale i grillini si sono presentati agli elettori, ma la priorità oggi qual è? Chi è senza lavoro non vuole assistenzialismo, vuole la dignità di un lavoro, perché la dignità non è in uno stipendio ma è nel sentirsi utili, lavorando. E il lavoro non lo dà un decreto, lo danno le imprese. < I centri per l’impiego fino a oggi hanno trovato lavoro solo al #3% di chi...

Continua a leggere …

#DirettaSettimanale: 2 cose positive e 2 negative della maggioranza

#DirettaSettimanale: 2 cose positive e 2 negative della maggioranza Questa settimana è stato approvato il nostro Fondo per i cristiani perseguitati, bene le dichiarazioni sul Natale del ministro Bussetti. I guai del Decreto dignità e quelli del ministro Toninelli.         #TorniamoaFarePolitica

Continua a leggere …

Dl Dignità: No a scorciatoie e a tagli dei tempi

Dl Dignità: No a scorciatoie e a tagli dei tempi Sul decreto dignità non sono accettabili tempi ridotti. Camera e Senato devono poterlo discutere in modo approfondito. È anche questa una questione di dignità, quella dignità del Parlamento di cui parlava il presidente della Camera dei deputati Roberto Fico il giorno del suo insediamento. Capisco la fretta dei 5 stelle che vogliono far dimenticare le due settimane interminabili passate dall’approvazione del decreto in Consiglio dei ministri e la sua…

Continua a leggere …

Decreto dignità: Fa perdere posti di lavoro. Il primo sarà Boeri?

Decreto dignità: Fa perdere posti di lavoro. Il primo sarà Boeri?   Il decreto dignità di Luigi Di Maio ha iniziato a far danni ancor prima di entrare in funzione. Assistiamo a una crisi fra istituzioni dello Stato che si rimpallano la responsabilità di una relazione tecnica che dice quello che era evidente a tutti sin dall’inizio: che questo decreto non darà dignità a nessuno perché non aumenterà le occasioni di lavoro, anzi le diminuirà. Ironia della sorte, forse…

Continua a leggere …

Da Alfano un gesto forte che riscatta la dignità della Politica

Angelino Alfano ha scelto di non ricandidarsi alle prossime elezioni politiche. È una scelta personale e politica nello stesso tempo, nel senso della nostra idea di politica. Alfano è stato il volto pubblico della scelta fatta da molti di noi il 17 novembre 2013, quando abbiamo dimostrato che fare politica vuol dire anteporre l’interesse dell’Italia al legittimo interesse del proprio partito. Una politica seria che si assume la responsabilità di non lasciare il Paese senza governo in un grave…

Continua a leggere …