Il nome di Marco Bucci come commissario per la ricostruzione del Ponte Morandi è una garanzia di impegno, di competenza e di serietà.

Il nome di Marco Bucci come commissario per la ricostruzione del Ponte Morandi è una garanzia di impegno, di competenza e di serietà. Il sindaco di #Genova ha gestito con responsabilità il momento dell’emergenza, il governo ha fatto bene a sceglierlo. A lui il mio più sincero in bocca al lupo, il compito che lo aspetta è molto gravoso. #GenovaNelCuore

Continua a leggere …

Question Time a Toninelli: Ignoranza o malafede?

Toninelli: Ignoranza o malafede? #Toninelli ci ha raccontato per un mese e mezzo che il ponte sarebbe stato realizzato entro la fine del 2019. Il Ministro “non sapeva” però che ad un’impresa, per partecipare a gare di appalto pubbliche, serve l’attestato SOA, che #Fincantieri – l’azienda di Stato scelta da Toninelli e da #DiMaio – ancora non ha. Toninelli “non sapeva” inoltre che l’area, a fronte dell’inchiesta, sarebbe stata posta sotto sequestro, allungando ancora di più i tempi necessari….

Continua a leggere …

Toninelli smetta di fare propaganda politica sulla tragedia di Genova.

Toninelli smetta di fare propaganda politica sulla tragedia di Genova. Da ministro delle Infrastrutture deve darsi da fare perché il ponte sia ricostruito il più in fretta possibile, non lanciare messaggi omertosi in cui dice che ha ricevuto pressioni per non pubblicare i testi delle concessioni, senza fare i nomi. L’accertamento delle responsabilità spetta alla magistratura e alla commissione d’inchiesta del ministero. Toninellli non lanci accuse di sciacallaggio su chi ha sempre sostenuto la #Gronda, sappiamo bene che le…

Continua a leggere …

Intervista al Corriere della Sera: «Chi sbaglia va punito. Ma le nazionalizzazioni si fanno in Venezuela»

«Chi sbaglia va punito Ma le nazionalizzazioni si fanno in Venezuela» ROMA «Se Autostrade ha sbagliato è giusto che paghi duramente. Ma questo non verrà stabilito né da fantomatici tribunali del popolo né dalla Rete. È il principio dello Stato di diritto. E se come ha detto Di Maio bisogna passare sul suo cadavere, allora politicamente ci si passerà». Per due anni, dal 2013 al 2015, Maurizio Lupi è stato ministro delle Infrastrutture e dei trasporti. Prima con Enrico…

Continua a leggere …

Il pentastellato ministro delle Infrastrutture ha evidentemente la coda di paglia e mette le mani avanti

Il pentastellato ministro delle Infrastrutture ha evidentemente la coda di paglia e mette le mani avanti: la Gronda non avrebbe risolto il problema del viadotto Morandi. Si assuma invece la responsabilità politica di averla bloccata, il suo leader invocava addirittura l’intervento dell’esercito contro i sostenitori del progetto. Si occupi ora, il ministro Toninelli, di non agitare polemiche nel pieno dei soccorsi e del dolore per la tragedia, di sbloccare quel progetto che senza l’opposizione di chi la pensa come…

Continua a leggere …

Crollo della torre VTS/piloti: un anno fa la tragedia al porto di Genova

“Ho ancora vivido il ricordo della visita al porto di Genova, un anno fa, i volti dei familiari delle nove vittime, quelli dei loro compagni della Capitaneria di Porto, il lutto di un’intera città. E’ un dolore che deve trovare conforto, sostegno, giustizia”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi a un anno dalla tragedia che causò nove morti nel crollo della torre Vts/Piloti del porto di Genova.

Continua a leggere …

Pubblicato inNews Tagged Commenti disabilitati su Crollo della torre VTS/piloti: un anno fa la tragedia al porto di Genova