Quasi due metri di acqua alta, danni per centinaia di milioni e solo adesso ci si accorge che serviva il Mose

Quasi due metri di acqua alta, danni per centinaia di milioni e solo adesso ci si accorge che serviva il Mose. #Venezia, che ieri è stata sommersa dall’acqua alta, in questi anni è stata inondata di parole a vuoto, polemiche e immobilità. Nel 2014 il Mose, l’unico sistema che può evitare disastri come quello di ieri, come ha ribadito il sindaco di Venezia, era stato completato per l’87%, l’opera era integralmente finanziata, la pianificazione dei lavori prevedeva l’ultimazione delle…

Continua a leggere …

Grandi opere, l’indagine finisce in archivio

‘’Grandi opere, l’indagine finisce in archivio’’. Mi dimisi il 15 marzo 2015, pur non essendo mai stato indagato, per le polemiche suscitate da quell’inchiesta e per gli attacchi alla mia famiglia. Oggi, a distanza di 4 anni, continuano le archiviazioni. Ero certo, come lo sono adesso, della correttezza del lavoro dei miei collaboratori al ministero e non ho mai contestato la legittimità delle indagini ma sempre il processo mediatico che ne è seguito e la sua strumentalizzazione politica. Non…

Continua a leggere …

Per crescere non serve l'assistenzialismo, servono le grandi e piccole opere.

Per crescere non serve l’assistenzialismo, servono le grandi e piccole opere. Il PIL italiano continua a ristagnare e non lo dice l’opposizione, lo certifica l’Istat. È ormai dimostrato che l’assistenzialismo non genera crescita e non produce sviluppo. C’è una sola cosa che fa crescere l’economia di un paese, il lavoro e la produttività. È ora di sbloccare sul serio le grandi opere e le innu

Continua a leggere …

L’Italia nel 2019 è il fanalino di coda per crescita in Europa con lo 0,1% e le grandi opere sono ferme.

L’Italia nel 2019 è il fanalino di coda per crescita in Europa con lo 0,1% e le grandi opere sono ferme. Siamo stanchi delle chiacchiere e della decrescita felice, vorremmo che il paese anche nel settore delle infrastrutture potesse guardare al #futuro.   L’Italia nel 2019 è il fanalino di coda per crescita in Europa con lo 0,1%.Le grandi opere sono ferme, siamo stanchi delle chiacchiere e della decrescita felice, vorremmo che il paese anche nel settore delle infrastrutture…

Continua a leggere …

#ProgettoItalia è il maxi-polo delle costruzioni che dovrebbe coinvolgere alcuni leader del settore infrastrutture oltre a Cassa Depositi e Prestiti

#ProgettoItalia è il maxi-polo delle costruzioni che dovrebbe coinvolgere alcuni leader del settore infrastrutture (Salini-Impregilo, Rizzani De Eccher, Condotte, Astaldi etc.) oltre a Cassa Depositi e Prestiti. L’operazione dovrebbe salvare le grandi aziende delle costruzioni e far ripartire le grandi opere ferme nel nostro Paese (che sono almeno 30 sopra i 100 milioni per un totale di 36 miliardi di euro in un Paese dalla crescita misurata in decimali). Il ministro Tonine

Continua a leggere …

Toninelli e i 5 Stelle sanno che stanno giocando con il lavoro di 2000 persone?

Toninelli e i 5 Stelle sanno che stanno giocando con il lavoro di 2000 persone? Durante la nuova puntata della saga dei 5 stelle oggi abbiamo scoperto che per attuare la decrescita felice il M5S Liguria ha deciso di non votare il documento necessario per richiedere al Governo lo sblocco del finanziamento del 5^ lotto del Terzo Valico – già deliberato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale a luglio scorso – e per anticipare al 2018 il finanziamento del 6^,…

Continua a leggere …

Il pentastellato ministro delle Infrastrutture ha evidentemente la coda di paglia e mette le mani avanti

Il pentastellato ministro delle Infrastrutture ha evidentemente la coda di paglia e mette le mani avanti: la Gronda non avrebbe risolto il problema del viadotto Morandi. Si assuma invece la responsabilità politica di averla bloccata, il suo leader invocava addirittura l’intervento dell’esercito contro i sostenitori del progetto. Si occupi ora, il ministro Toninelli, di non agitare polemiche nel pieno dei soccorsi e del dolore per la tragedia, di sbloccare quel progetto che senza l’opposizione di chi la pensa come…

Continua a leggere …