Dopo l’incontro di ieri del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione non è superfluo ribadire che cosa vuol dire fare un lavoro in comune

Dopo l’incontro di ieri del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione non è superfluo ribadire che cosa vuol dire fare un lavoro in comune. Perché lavorare insieme in un momento di crisi drammatica come questo è un dovere ma per farlo è necessario ascoltare e confrontarsi con le proposte delle opposizioni. Noi riteniamo che il decreto #CuraItalia sia insufficiente a fronteggiare l’emergenza economica, sia in termini di risorse stanziate sia per la copertura della platea di soggetti economici interessati. In fase…

Continua a leggere …

Il Foglio: Investire nei trasporti. Troppa burocrazia frena lo sviluppo infrastrutturale

Investire nei trasporti Troppa burocrazia frena lo sviluppo infrastrutturale. Trenitalia nel capitale di Alitalia?Scelta sbagliata.   Uno scambio lasciato aperto per errore. Questa la causa ipotizzata del deragliamento del Frecciarossa che è costato la vita ai due macchinisti. Occorre fare il possibile per abbassare sempre di più l’incidenza degli errori umani su sistemi complessi come le infrastrutture ferroviarie, ma sapendo che alla fallibilità dell’uomo si può ovviare, non la si può eliminare totalmente. Quello che possiamo fare è migliorare…

Continua a leggere …

Intervista a La Verità: “Mi dimisi ed è finito tutto nel nulla, ma certi soloni non chiedono scusa”

“Mi dimisi ed è finito tutto nel nulla, Ma certi soloni non chiedono scusa” «Nel 2015 lasciai le Infrastrutture da non indagato, solo per lo “scandalo” dell’orologio regalato a mio figlio. C’è stata una nuova archiviazione, però alcuni giornalisti continuano a comportarsi come degli inquisitori»   Buongiorno Maurizio Lupi, come sta? «Sto bene perché non ho nessun rimpianto e nessuna recriminazione. Quando mi sono dimesso da ministro l’ho fatto per difendere un’idea di politica e di governo, ma soprattutto…

Continua a leggere …

Grandi opere, l’indagine finisce in archivio

‘’Grandi opere, l’indagine finisce in archivio’’. Mi dimisi il 15 marzo 2015, pur non essendo mai stato indagato, per le polemiche suscitate da quell’inchiesta e per gli attacchi alla mia famiglia. Oggi, a distanza di 4 anni, continuano le archiviazioni. Ero certo, come lo sono adesso, della correttezza del lavoro dei miei collaboratori al ministero e non ho mai contestato la legittimità delle indagini ma sempre il processo mediatico che ne è seguito e la sua strumentalizzazione politica. Non…

Continua a leggere …

Per crescere non serve l'assistenzialismo, servono le grandi e piccole opere.

Per crescere non serve l’assistenzialismo, servono le grandi e piccole opere. Il PIL italiano continua a ristagnare e non lo dice l’opposizione, lo certifica l’Istat. È ormai dimostrato che l’assistenzialismo non genera crescita e non produce sviluppo. C’è una sola cosa che fa crescere l’economia di un paese, il lavoro e la produttività. È ora di sbloccare sul serio le grandi opere e le innu

Continua a leggere …

Tav: Bisogna votare sì, uscire dall’Aula non ha senso.

Tav: Bisogna votare sì, uscire dall’Aula non ha senso. Gira insistente la voce che per far emergere le contraddizioni tra 5 Stelle e Lega le opposizioni al momento del voto della mozione sulla Tav dovrebbero uscire dall’Aula del Senato. A noi interessa che la Tav si faccia, non di usare della Tav per manovre politicistiche. Sul sì alla Tav c’è sempre stata una maggioranza nel Paese e nel Parlamento, in un momento così decisivo è bene che questa maggioranza…

Continua a leggere …

Pubblicato inNews Tagged,, Commenti disabilitati su Tav: Bisogna votare sì, uscire dall’Aula non ha senso.
#ProgettoItalia è il maxi-polo delle costruzioni che dovrebbe coinvolgere alcuni leader del settore infrastrutture oltre a Cassa Depositi e Prestiti

#ProgettoItalia è il maxi-polo delle costruzioni che dovrebbe coinvolgere alcuni leader del settore infrastrutture (Salini-Impregilo, Rizzani De Eccher, Condotte, Astaldi etc.) oltre a Cassa Depositi e Prestiti. L’operazione dovrebbe salvare le grandi aziende delle costruzioni e far ripartire le grandi opere ferme nel nostro Paese (che sono almeno 30 sopra i 100 milioni per un totale di 36 miliardi di euro in un Paese dalla crescita misurata in decimali). Il ministro Tonine

Continua a leggere …

Vedo che Toninelli se la prende con Salvini per lo Sblocca cantieri, e un po’ con tutti per l’incidente di Venezia.

Vedo che Toninelli se la prende con Salvini per lo Sblocca cantieri, e un po’ con tutti per l’incidente di Venezia. Devo ammettere che lo invidio, ha una faccia tosta degna di miglior causa. Per sapere chi ha bloccato le grandi opere in Italia basta che si guardi allo specchio. Per sapere chi ha respinto la soluzione approvata da tutti per le grandi navi di Venezia basta che si faccia venire lo stesso dubbio degli apostoli: “Sono forse io?”. Resterà nelle…

Continua a leggere …

Cantieri: Bene la Agrigento-Caltanissetta, avanti così anche per la Tav.

Cantieri: Bene la Agrigento-Caltanissetta, avanti così anche per la Tav.   Ottimo! Che il premier Conte e il ministro Toninelli vadano in Sicilia ad annunciare lo sblocco del cantiere del raddoppio della Agrigento-Caltanissetta è un’ottima notizia. Finalmente il Movimento 5 Stelle si converte alla filosofia sblocca-cantieri. Dico finalmente, perché il Decreto del Fare del 2013, che rifinanziava opere come appunto l’Agrigento-Caltanissetta, fu definito dai 5 Stelle ‘impresentabile’. Allora invece ripartirono i lavori. Un secondo decreto, lo Sblocca Italia, riconfermava…

Continua a leggere …

Diretta Settimanale: Per Di Maio e Toninelli un consiglio: basta con le Fake News. Quando si governa non si possono dire balle.  E poi parliamo di Autonomia.

Diretta Settimanale: Per #DiMaio e #Toninelli un consiglio: basta con le Fake News. Quando si governa non si possono dire balle. E poi parliamo di #Autonomia.     Per #DiMaio e #Toninelli un consiglio: basta con le Fake News.Quando si governa non si possono dire balle. E poi parliamo di #Autonomia. Pubblicato da Maurizio Lupi su Giovedì 28 febbraio 2019

Continua a leggere …