DICHIARAZIONE di voto – D.l. Cura Italia

Era dai tempi di Badoglio che non avevamo l’obbligo di non uscire di casa ma, nonostante questo e nonostante la diminuzione del nostro PIL paventata (-10%), il Governo non ha ancora trovato il coraggio di aiutare subito e davvero famiglie, imprese, liberi professionisti e scuole. In questo momento serviva lavorare assieme (come DC e PCI nei momenti più bui e fondamentali della storia d’Italia), non inserire la nazionalizzazione di Alitalia nel CuraItalia. Serviva dare soldi subito e in maniera semplice…

Continua a leggere …

MOZIONE in Assemblea – Lavoro

Va difeso il lavoro e il lavoro non lo da lo Stato, il lavoro non è assistenzialismo, il lavoro lo danno le imprese e, sopratutto, lavoro e salute non sono in antitesi. Germania, Francia e Spagna stanno programmando la riapertura delle loro imprese e anche delle scuole (ovviamente tutelando la salute dei lavoratori). Sono matti? No. Hanno compreso che se oggi si sta morendo di Covid19, domani forse potremo morire di fame. Non si possono continuare ad usare o richiamare leggi e…

Continua a leggere …

Gli annunci non possono sostituire le decisioni

Gli annunci non possono sostituire le decisioni. Su tutti i giornali oggi leggiamo che si ripartirà dopo il 3 maggio. Pochi giorni fa il presidente del Consiglio aveva detto che eravamo pronti per la fase due. Il Paese non può stare fermo altri 24 giorni. Si devono fare le cose con prudenza, con le misure che garantiscano sicurezza sui posti di #lavoro, ma deve ripartire. La vita non è solo quella biologica. La politica deve avvalersi della competenza degli uomini…

Continua a leggere …

DlLiquidità: annuncio roboante. 400 miliardi per le imprese, ma senza regole semplici e senza che siano immediatamente applicabili

L’annuncio del #DlLiquidità è roboante: 400 miliardi per le imprese, ma servono regole semplici e immediatamente applicabili e non solo per i prestiti da 25 mila euro. Dobbiamo salvare la spina dorsale dell’Italia che è costituita da tutte le imprese, grandi, medie e piccole. Leggeremo con attenzione il testo anche perché, nonostante i continui incontri con l’opposizione (l’altisonante cabina di regia) i provvedimenti non ci sono mai stati consegnati neanche in bozza. Ma è sin d’ora evidente che la restituzione dei…

Continua a leggere …

Domattina, nell’incontro del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione, porterò proposte concrete

Domattina, nell’incontro del presidente del Consiglio con i leader dell’opposizione, porterò proposte concrete soprattutto a tutela del sistema produttivo. Draghi ha detto che bisogna inondare di liquidità le aziende. Bisogna che questo avvenga subito e il decreto Cura Italia non ha ancora fatto scattare questa dinamica. Bisogna che chi richiede un prestito alla banca lo ottenga immediatamente, con garanzia dello Stato, come sta succedendo in altri paesi. Ecco, tra le altre, alcune modalità: – Alle #imprese superiori ai 5 milioni di…

Continua a leggere …

Covid19: LE PROPOSTE AL DECRETO FISCALE DI NOI CON L’ITALIA

NOI CON L’ITALIA PROPOSTE AL DECRETO FISCALE CAPO 1 – LAVORO – CIGS e FIS strumenti importanti soprattutto se immediati e di semplice accessibilità per tutti i settori e per tutte le dimensioni aziendali – Per le IMPRESE CHE ESPORTANO e che hanno in essere commesse all’estero caratterizzate da penali rispetto ai tempi di consegna, è necessario prevedere: un fondo per le penali a causa di ritardata consegna qualora il contratto non sia retto da diritto italiano, un sistema…

Continua a leggere …

Il mio intervento in aula per spiegare le ragioni del no alla fiducia al ddl (insufficiente) sulle disposizioni per la tutela del lavoro e la risoluzione di crisi aziendali

Winston Churchill a riguardo dell’impresa diceva: ‘’Molte persone vedono l’impresa privata come una tigre feroce, da uccidere subito. Altre invece come una mucca da mungere. Pochissime la vedono com’è in realtà: un robusto cavallo che, in silenzio, traina un pesante carro’’. Purtroppo però questo Governo pensa all’impresa come una tigre da uccidere. Il mio intervento in aula per spiegare le ragioni del no alla fiducia al ddl (insufficiente) sulle disposizioni per la tutela del lavoro e la risoluzione di crisi aziendali….

Continua a leggere …

Per crescere non serve l'assistenzialismo, servono le grandi e piccole opere.

Per crescere non serve l’assistenzialismo, servono le grandi e piccole opere. Il PIL italiano continua a ristagnare e non lo dice l’opposizione, lo certifica l’Istat. È ormai dimostrato che l’assistenzialismo non genera crescita e non produce sviluppo. C’è una sola cosa che fa crescere l’economia di un paese, il lavoro e la produttività. È ora di sbloccare sul serio le grandi opere e le innu

Continua a leggere …

Ecco che cosa penso del Reddito Di Cittadinanza.

Ecco che cosa penso del Reddito Di Cittadinanza. Non contesto la legittimità dell‘intervento, era la proposta con la quale i grillini si sono presentati agli elettori, ma la priorità oggi qual è? Chi è senza lavoro non vuole assistenzialismo, vuole la dignità di un lavoro, perché la dignità non è in uno stipendio ma è nel sentirsi utili, lavorando. E il lavoro non lo dà un decreto, lo danno le imprese. < I centri per l’impiego fino a oggi hanno trovato lavoro solo al #3% di chi...

Continua a leggere …

#DirettaSettimanale: 2 cose positive e 2 negative della maggioranza

#DirettaSettimanale: 2 cose positive e 2 negative della maggioranza Questa settimana è stato approvato il nostro Fondo per i cristiani perseguitati, bene le dichiarazioni sul Natale del ministro Bussetti. I guai del Decreto dignità e quelli del ministro Toninelli.         #TorniamoaFarePolitica

Continua a leggere …